fbpx
Le novità introdotte da Facebook nel 2021
Ottobre 2, 2021
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Quando avviamo una comunicazione all’interno della piattaforma social, non si deve dimenticare MAI perché quel network comunica, in che modo opera e le finalità con cui è stato costruito.
Soprattutto quando usiamo LinkedIn, perché non smetterò mai di dirlo, è un network di valore creato e popolato da professionisti il cui interesse è comunicare a livello di business e promuovere valori legati ai propri servizi. (non un pagine gialle)

Il suo uso oramai è ben conosciuto anche in Italia infatti è molto usata e popolata da aziende e professionisti, rendendola ufficialmente un contesto autorevole.

Il principio cardine è promuovere le proprie competenze sul lato business, e allargare la propria rete di valore e di connessioni per crearsi il proprio network.

No alla SPAM

Evitiamo di richiedere collegamento per vendere, non solo perché gli utenti si sentono infastiditi ma anche per evitare sanzioni e multe salate!

In questi mesi molti hanno usato il social media, per un'attività promozionale invasiva soprattutto nella richiesta di contatto, non per costruire relazioni e informazioni ma per vendere prodotti o servizi, vera e propria SPAM, che infastidisce tutti noi! Soprattutto se dopo aver accettato un collegamento questa è invasiva e continuativa. Per non parlare delle segnalazioni che ha ricevuto il social media da offerte di lavoro che in realtà volevano vendere prodotti e servizi. Il social media si sta muovendo per verificare le segnalazioni ricevute e penalizzare quelli che sono gli usi della piattaforma, ma a muoversi con lui nel rispetto della comunicazione online è anche il Garante Privacy.

Cosa è successo tra Azienda e Garante della Privacy

La sanzione è comunque stata avviata perché per il garante:

.."non tanto le libertà individuali dell'utente che intende sfruttare la piattaforma per finalità proprie, quanto le libertà degli utenti che intendono sfruttare la community secondo quelle che sono le specificità del social stesso"...


Questo su territorio tutti italiano è, intervenuto su un caso specifico avvenuto su questa piattaforma, e ha tuttavia messo in luce la discriminante che deve valere in questi casi:
non tanto le libertà individuali dell'utente che intende sfruttare la piattaforma per finalità proprie, quanto le libertà degli utenti che intendono sfruttare la community secondo quelle che sono le specificità del social stesso.


La sanzione è arrivata all'azienda, di una somma anche cospicua, per non idoneità di uso della piattaforma, ma non voglio fare un'analisi forense del caso ma potete leggere e approfondire qui




Quindi per poter utilizzare professionalmente LinkedIn e poter trovare le giuste connessioni e relazioni dobbiamo informare le presone tramite la richiesta di collegamento evitando di creare collegamenti per vendere brutalmente un messaggio.

ATTENZIONE! Molte segnalazioni arrivano anche dalla sezione annunci di lavoro, perché in molti casi l'offerta o era incongruente con le richieste descritte o semplicemente non esisteva perché era una vendita di prodotti o servizi.

Questa piattaforma continua a tutelare la proposta di valore di questo network, gli utenti che lo abitano e sta aggiornando i nuovi tool interni per educare qualsiasi utente a creare correttamente e rendere reale:
- l'offerta di lavoro,
- la promozione di un professionista e/o di un'azienda
viceversa permette a chi cerca di trovare reali notizie e non #fakenews!